ZIGO ZAGO Lab #cronachediunadimissione (nona puntata)

ZIGO ZAGO Lab #cronachediunadimissione (nona puntata)

Quando abbiamo deciso di aprire questo blog, io e Marco non avevamo la più pallida idea di che cosa scrivere… o meglio, lo avevamo chiaro nelle nostre teste ma non sapevamo proprio come fare! Così siamo partiti dalle nostre capacità: io ho pensato a costruire questo sito, ai colori, alle grafiche, alle foto ecc…. poi sono passata ai contenuti scritti (per quelli mi ci è voluto molto più tempo, circa un anno prima di poterlo mettere online!). Ho letto libri, studiato online, scaricato guide gratuite messe a disposizione da altre blogger ed ho iniziato anch’io!
Ancora non so se qualcuno leggerà i miei articoli e se verranno considerati utili (anche se lo spero tanto), ma l’obiettivo è e sarà sempre uno solo: quello di raccontare un’esperienza di vita, un percorso, una cambiamento, che potrebbe trovare un posto nelle vostre menti e scatenare una scintilla anche piccola piccola.

Il mio quarantesimo compleanno

Oggi vorrei raccontarvi la nascita di un luogo che mi è stato regalato per il mio quarantesimo compleanno dall’uomo che amo. (si, Marco, sto parlando ancora bene di te! Prendi nota.)
Questo posto magico si chiama ZIGO-ZAGO Lab…. ed è il nostro Garage. All’inizio, quando l’abbiamo immaginato, era nella stalla di un bellissimo casolare di campagna, circondato da tanto verde, galline, cani e gatti e un asinello…. Ma non avevamo fatto i conti con il fatto che viviamo in un piccolo appartamento di paese e che non potevamo proprio permetterci anche un “cambio casa” 😉 (almeno per adesso!)

Zigo Zago Lab

Così, a settembre del 2019, Marco ha iniziato la ristrutturazione del nostro garage che nel tempo era diventato il deposito di tutto ciò che non entrava più in casa! In tempi record (facendo tutto da solo, senza che io vedessi nulla), il 31 ottobre 2019, mi ha fatto spegnere le mie prime 40 candeline, su un bancone da taglio stoffa, con la mia nuova macchina da cucire circondata da scaffali tutti ordinati con gli attrezzi del mestiere.
E’ nato così lo ZIGO-ZAGO lab (il nome deriva da mia nonna, abilissima sarta marchigiana che quest’anno festeggia 92 primavere, che chiamava il punto a zig zag della macchina da cucire, appunto “zigo-zago”).
Un sogno realizzato con pochi, pochissimi soldi, ma con tanto tanto lavoro e fatica.

Un regalo speciale

Tutto questo, per alcuni, potrebbe sembrare di poco conto, ma per me ha avuto un significato ancora maggiore, considerando che il giorno del mio 40esimo compleanno è arrivato insieme ad una notizia che mai avrei voluto ricevere… quella della malattia di mio padre che si aggiungeva a quella di mia suocera, in un periodo davvero molto duro per la nostra famiglia. Adesso, per fortuna, il peggio è passato, ma in quei giorni vi assicuro, era un’impresa anche solo riuscire a trattenere le lacrime! Magari un giorno, avrò il coraggio di scrivere anche di questo, ma per ora lo tengo per me, ho ancora bisogno di elaborare…

Adesso tocca a me!

L’attività di sarta è sempre stata nel mio DNA, ma prima delle dimissione non avevo neanche provato a tenere un ago in mano! Sono la dimostrazione che anche a 40 anni si può cambiare mestiere e cambiare vita, rimettendosi in gioco anche partendo da zero! Spero che questa mia nuova avventura possa piacervi (se volete potete vedere le mie creazioni sulla pagina Facebook e sulla pagina Instagram dello Zigo-Zago Lab)

Ho sempre seguito con ammirazione il mondo dell’Handmade, tanto da specializzarmi come fotografa di Storytelling proprio per dare voce a tutti quegli artigiani dalle mani d’oro capaci di realizzare cose meravigliose! Adesso tocca a me!

Lascia un commento