PER QUANTO COLPITA

PER QUANTO COLPITA

La memoria collettiva come iniziativa per sentirsi vicini, oggi.

In questi giorni, stiamo sperimentando sulla nostra pelle quanto sia difficile il cambio di abitudini, soprattutto se imposte da cause di forza maggiore, esterne quindi, alla nostra volontà. 

#casamarten in collaborazione con l’associazione PiantiamoLaMemoria ha deciso di affrontare queste settimane di isolamento con la realizzazione di una serie di video della memoria ai tempi del Coronavirus, perché #iorestoacasa non significa restare indifferenti.

Ecco, diciamo che oggi abbiamo l’opportunità di cambiare e di fare delle scelte diverse… e noi scegliamo di regalarvi quello che sappiamo fare meglio!

La memoria ai tempi del Coronavirus

Il calendario italiano è costellato di date simboliche: molte di queste corrispondono, purtroppo, ad una o più vittime della violenza politica, del terrorismo e delle mafie. Persone, a volte bambini, troppo spesso dimenticate. Nella nostra storia, diverse strategie terroristiche, avevano come obiettivo anche quello di spaventare la cittadinanza, inducendola a rinunciare alla partecipazione alla vita sociale e culturale. In estrema sintesi: un modo per fare la guerra in tempo di pace. A questo, gli italiani, hanno reagito occupando piazze e difendendo gli spazi della democrazia, ribellandosi alla paura.

Noi, oggi, al tempo in cui un virus minaccia la nostra libertà, decidiamo, come cittadini, di scendere in una piazza virtuale per mostrare che il filo della memoria non si è spezzato.

Il progetto

#iorestoacasa è giusto e doveroso per necessità sanitaria e per senso civico, ma crediamo che sia altrettanto giusto e necessario continuare a coltivare la memoria e la storia mantenendo attive, ove possibile, le nostre energie e il nostro impegno. Ognuno di noi, per quello che sa e può fare, pazientando, finchè il problema non sarà risolto.

Oggi, considerando l’emergenza che stiamo vivendo, costretti a restare nelle nostre abitazioni, l’Associazione PiantiamoLaMemoria ha pensato, con il nostro aiuto, di condividere e regalare a tutti voi, una serie di contenuti dedicati alla vittima o alle vittime del giorno. Le loro storie e le loro esistenze spezzate improvvisamente in circostanze che spesso non hanno ancora avuto piena luce e giustizia, ripelilogate nei testi scritti da Cinzia Venturoli (storica e docente universitaria dell’età contemporanea) e letti da volontari della memoria che,  in questi giorni, stanno offrendo sempre più numerosi i loro contributi video.

Video memorie

Fino a quando non sarà finita l’emergenza corona virus, cittadine e cittadini non potranno partecipare alle commemorazioni delle vittime della violenza politica, del terrorismo, delle mafie. Piantiamolamemoria ha deciso di contribuire a mantenere vivo il ricordo producendo, con il nostro aiuto, brevi videoracconti che pubblicheremo qui di seguito (clic sulle foto sottostanti)  e sulle pagine Facebook di CasaMarten e PiantiamoLaMemoria, in occasione di alcuni tra i prossimi anniversari.

Iniziamo oggi 11 marzo 2020, giornata dedicata alla commemorazione di Francesco Lorusso, studente ucciso a Bologna l’11 marzo 1977, con  un contributo video inviatoci dall’amico di Francesco, Mauro Collina.

Il prossimo appuntamento sarà dedicato a Graziella Fava che, nelle ore serali del 13 marzo 1979, fu uccisa dai componenti di un gruppo terroristico di estrema sinistra. Contributo letto e inviatoci da Federica Maranesi (già protagonista del nostro documentario “Tra le pagine della Nostra Storia”)

Chi fosse interessato a partecipare all’iniziativa, registrando una propria videolettura, può scrivere a: piantiamolamemoria@gmail.com

indicando quale memoria vorrebbe raccontare.

Una possibilità in più per sentirsi uniti!

Lascia un commento