COSA STO FACENDO…. #CRONACHE DI UNA DIMISSIONE (ottava puntata)

COSA STO FACENDO…. #CRONACHE DI UNA DIMISSIONE (ottava puntata)

Dopo aver professato il mio Credo nel post della scorsa settimana (Le Mie Motivazioni), eccomi per raccontarvi cosa in pratica sto combinando da quando sono diventata il datore di lavoro di me stessa!

Cosa sono capace di fare?

Intanto ho iniziato facendomi questa domanda: “cosa sono capace di fare oltre a fare i conti e ad amministrare le finanze di casa?”. Sembra facile rispondere, apparentemente, ma non è così. Prima di tutto perché sono sempre stata abituata a vedermi chiusa in un unico ruolo, quello che mi permetteva di guadagnarmi da vivere. E in secondo luogo, perché i miei hobby li ho sempre considerati un passatempo piacevole e quindi molto lontani dal concetto stesso di lavoro (sempre inteso in termini negativi). A non farmi entrare in paranoia, ci ha pensato Marco…. che mi ha ricordato che negli anni trascorsi come dipendente, nel mio tempo libero, sono diventata una discreta fotografa autodidatta, (qui se volete potete vedere qualche servizio che ho realizzato), ho imparato a realizzare siti web semplici (oltre al nostro, qui potete vedere le mie ultime fatiche) e, grazie alla mia innata passione per ago e filo, ho iniziato a realizzare una mia linea di accessori e gonne dal sapore retrò! (ma di questo ve ne parlerò nelle prossime puntate :-))

Il vero cambiamento

Considerando tutto questo, il primo passo che ho fatto verso il vero cambiamento, è stato proprio quello di iniziare a pensare in maniera molto più elastica e a vedere le diverse opportunità per il mio futuro.
A questo punto voi mi direte: “si, ok Anto, tutto molto bello e giusto, ma sono solo parole… ai giorni d’oggi vivere delle proprie passioni è un concetto puramente utopistico! Cioè impossibile!”
Vi rispondo che avete ragione… se per vivere intendete guadagnare un pacco di soldi! Mi dispiace tornare sempre sull’argomento soldi, ma credo che sia lo scoglio più insidioso da superare quando si vuole cambiare qualcosa nella propria vita. Purtroppo le nostre abitudini economiche il più delle volte sono sbagliate e vanno decisamente ridimensionate.

Qualche esempio pratico

Vi faccio qualche esempio pratico:

  • iniziare l’autoprodurre in cucina non è soltanto un bel passatempo, ma porta con se un notevole risparmio. più tempo a disposizione = biscotti, pane, pizza, merende fatte in casa.
  • meno utilizzo dell’auto = meno carburante acquistato = risparmio!
  • cura dei propri figli e aiuto nei compiti = no a babysitter e no a lezioni costosissime di ripetizioni.
  • fai da te. Questo non è per tutti mi rendo conto, ma imparare a fare le cose con le proprie mani (come ad esempio regalini per le feste di compleanno, semplici accessori di cucito creativo, e perchè no, anche vestiti handmade) porta un notevole risparmio.

Un taglio alle spese!

Questo è quello che ho iniziato a fare praticamente. Tagliare le spese! Il risparmio è guadagno non dimenticatelo. Non è privazione, diventa creatività (in cucina e nella vita)
Ecco perchè io e Marco abbiamo deciso di guadagnarci da vivere facendo quello che sappiamo fare e mettendolo al servizio di altri (che siano clienti, amici o familiari)

In questo modo, riusciamo a diversificare, ci divertiamo e possiamo  gestire il nostro tempo in base ai ritmi che stabiliamo solo noi.

Lascia un commento